PERCORSI

  • LUBAR

    Via Palestro, 16, Milano

    www.lubarstreetfood.com

    LùBar, la nuova caffetteria della Galleria d’Arte Moderna, è un omaggio alla tradizione culianaria ed estetica della Sicilia: LùBar è “il bar” in siciliano, appunto. Nel 2013 Lucrezia Bonaccorsi, architetto-scenografa, e i fratelli Ludovico e Lucilla diedero vita al primo LùBar in Sicilia, un progetto di street food che riscosse tanto successo da spingere i fratelli a mettere le radici a Milano. Lo spazio perfetto è stato trovato proprio nella GAM: LùBar è una serra preziosa, arredata come il set di un film. E’ anche un melting pot di culture: tavolini, sedie e vasi su disegno vengono dal Marocco, mentre il piano del bancone bar arriva da Berlino. I colori sono neutri, marmi e pietra, ma il verde delle piante, palme e cactus soprattutto, predomina: questo “giardino d’inverno” si affaccia sul prato in stile inglese progettato da Pollack, disseminato di seggiole trasparenti in versione extra-small realizzate per LùBar da Kartell.

  • Cracking Art s.r.l.

    Corso Garibaldi, 60, Milano

    http://www.crackingart.com [email protected]

    Il movimento Cracking Art nasce nel 1993: l’intenzione è quella di cambiare radicalmente la storia dell’arte attraverso un forte impegno sociale e ambientale che, unito all’utilizzo rivoluzionario dei materiali plastici, mette in evidenza il rapporto sempre più stretto tra vita naturale e realtà artificiale. Gli artisti di questo movimento realizzano grandi sculture in plastica riciclata (il cracking è il processo che trasforma la sostanza organica in sintetica, quindi il petrolio in plastica) forgiate a forma di animali in via d’estinzione da inserire in vari contesti urbani, per evocare un rapporto sempre più stretto tra vita naturale e realtà artificiale.

  • 10 CORSO COMO

    Corso Como, 10, Milano

    www.10corsocomo.com [email protected]

    10 Corso Como è lo spazio polifunzionale di Carla Sozzani, inaugurato nel 1991 nel cortile di una casa di ringhiera. Al suo interno si trovano la galleria Sozzani, un bookshop 10 Corso Como Cafè, il quale offre differenti aree: il ristorante e il lounge bar, la veranda e il garden cafè circondato da piante sempreverdi. Il lussuoso restaurant-cafè offre una pausa a chi voglia visitare gli altri ambienti di Corso Como 10. La galleria Sozzani, un bellissimo bookshop con libri di arte, fotografia, moda e design, oltre che un grande negozio di moda di lusso, è il primo in Italia ad esser stato definito “concept store”.

  • PIAZZA GAE AULENTI

    Piazza Gae Aulenti, Milano

    Piazza Gae Aulenti è una piazza circolare sopraelevata, di 100 metri di diametro situata nel Centro Direzionale di Milano. Rialzata di 6 metri rispetto al livello della strada, è stata progettata dall’architetto argentino Cesar Pelli a completamento delle omonime torri, attualmente di proprietà del fondo Immobiliare Porta Nuova Garibaldi e concesse in locazione a diverse multinazionali tra cui la principale banca Unicredit. Simbolo della Milano contemporanea, piazza Gae Aulenti è ambientazione di diversi spot e servizi fotografici, nonché di eventi musicali e sociali, anche grazie alla presenza dell’Unicredit Pavillion: spazio polifunzionale in legno e cemento al confine tra la piazza e i Giardini di Porta Nuova.

  • THE SMALL

    Via Niccolò Paganini, 2, Milano

    www.thesmall.it [email protected]

    The Small è un piccolo bistrot ristrutturato sulla chiave delle antiche case del ‘700, che ospita arredi vintage ed esposizioni artistiche. Nasce nel 2008 dalla passione e creatività del fashion designer Giancarlo Petriglia, il quale ospita artisti giovani o già affermati, di arte antica o contemporanea ricercando personalmente ogni singolo oggetto di design o arredo presente nel ristorante. The Small è una vera e propria mini galleria d’arte, dove ogni pezzo di arredamento è in vendita. Questo è il motivo per cui l’arredamento del locale cambia in continuazione.

  • Siberian Soup FullArt

    Via Varanini, 12, Milano

    https://www.siberiansoupfullart.com/it/ [email protected]

    Siberian Soup FullArt è un brand nato nel 2014 dalla declinazione dell’arte di Ludmilla Radchenko, affermata pop-artist e designer. Siberian Soup FullArt nasce dalla ricerca di trasformare l’arte in fashion con una sensibilità eclettica ed uno stile innegabilmente vivace ed intriso di colori. La pop-artist, Ludmilla Radchenko, interpreta le sue opere, dando luce a delle icone pop da indossare.

  • Cedit Ceramiche d’Italia

    Foro Buonaparte, 14, Milano

    http://www.ceditceramiche.it [email protected]

    Le collezioni Cedit portano orgogliosamente la firma di figure di spicco del mondo del design, dell’architettura e dell’arte come Marco Zanuso, Ettore Sottsass, Alessandro Mendini, Sergio Asti, Emilio Scanavino, Mimmo Rotella, Gino Marotta, affiancate da preziose realizzazioni di singoli complementi d’arredo ceramici disegnati da grandi maestri, quali Achille e Pier Giacomo Castiglioni, dal Gruppo Dam e, ancora, da Ettore Sottsass.

  • La Triennale di Milano

    Viale Alemagna, 9, Milano

    www.triennale.org [email protected]

    La Triennale di Milano ospitata all’interno del Palazzo dell’Arte è un’istituzione culturale internazionale che produce mostre, convegni ed eventi di arte, design, architettura, moda, cinema, comunicazione e società.il Museo della Triennale nasce nel 2007 per valorizzare il design italiano. Organizza mostre di grande visibilità e attenzione come quelle dedicate all’arte contemporanea, agli architetti e designer di fama nazionale e internazionale, ai grandi stilisti che hanno cambiato il gusto e il costume, ai temi sociali.

  • TRIENNALE DESIGN CAFE’

    Viale Alemagna, 6, Milano

    www.triennale.org/visita/caffe-e-ristorante

    Triennale Design Cafè è uno spazio ristoro concepito per rendere gradevole e stimolante ai visitatori la sosta alla Triennale, secondo una visione che considera la qualificazione dei servizi una tappa fondamentale per l’accoglienza del pubblico. Tavoli rotondi e caratteristiche sedute prodotte e donate dalle industrie italiane dell’arredamento, nicchie e al centro della sala un grande tavolo con sgabelli e una panca conviviale in legno costituiscono l’arredamento del caratteristico Triennale DesignCafé. Una serie di banconi disposti a isole ospitano le esposizioni tematiche curate dal Triennale Design Museum. La vera caratteristica del DesignCafé è la cucina a vista, caratterizzata da una grande vetrata di cristallo che permette di osservare gli chef all’opera.

  • AGO, FILO E NODO

    Piazzale Luigi Cadorna, Milano

    http://www.oldenburgvanbruggen.com/largescaleprojects/agofilonodo.htm

    Ago, filo e nodo è una scultura in due parti creata da Claes Oldenburg e da sua moglie Coosje van Bruggen. L’opera è posta in piazzale Cadorna, punto cruciale del trasporto milanese per la presenza sia della stazione di Milano Nord Cadorna sia dell’omonima fermata della metropolitana. Il fatto che la scultura sia divisa in due parti ricongiunte idealmente nel sottosuolo, è un richiamo alla metropolitana, il mezzo degli spostamenti rapidi all’interno della città: il filo, infatti, ha gli stessi colori identificativi delle tre linee milanesi. Come dichiarato pure da Gae Aulenti alla conferenza al Politecnico di Milano, rappresenta anche una parafrasi del biscione presente sullo stemma di Milano. L’opera è anche un omaggio alla laboriosità milanese e, soprattutto, al mondo della moda, che ha in Milano uno dei principali centri mondiali.

  • CARLO E CAMILLA IN SEGHERIA

    Via Giuseppe Meda, 24, Milano

    www.carloecamillainsegheria.it [email protected]

    Capolavoro di archeologia industriale, Carlo e Camilla in Segheria è il progetto “low cost” di Carlo Cracco, ristorante e cocktail bar, con splendido cortile. Aperto nella primavera 2014 in una ex segheria, ha addolcito gli spazi da fabbrica con lunghi tavoli di legno, nobili lampadari di cristallo e sedie con un design contemporaneo. L’art director Talja Solci ha curato personalmente concept e design del ristorante.

  • THE BOTANICAL CLUB

    Via Tortona, 33, Milano

    www.thebotanicalclub.com [email protected]

    The Botanical Club nasce in via Pastrengo come cocktail bar e distilleria per l’autoproduzione del gin; nel 2016 poi apre la sua seconda sede in via Tortona, cuore del design milanese. Una grande cura dei dettagli caratterizza il locale: il colore dominante è un verde green smoke, scelto per una qualità peculiare della pigmentazione: brillante se colpita da luce naturale, più moodie con il favore della notte. Alla zona lounge, con grande divano in pelle, si affianca uno spazio con tavolo sociale in legno massello e tanti tavolini tondi in marmo. Il cuore del nuovo Botanical Club è il bancone monumentale con isola raw bar.

  • The Yard

    Piazza Ventiquattro Maggio, 8, Milano

    http://www.theyardmilano.com [email protected]

    A pochi minuti a piedi dai Navigli e dal cuore pulsante del Fuori Salone, questo accogliente e raffinato boutique hotel offre un ambiente curato nei minimi dettagli e arredato con oggetti che raccontano di viaggi, arrivi e partenze. Le 28 suite dell’hotel sono caratterizzate ciascuna da un tema sportivo differente e da un’attenta cura dei particolari.